LIBRERIA ARTISTICA PLECTRUM

La quarta tappa del percorso innovativo intrapreso da Boffetto con la serie Form to Furniture, in edizione limitata a 99 pezzi, ci trasporta in un viaggio insolito, in cui suggestioni concrete e visioni emozionali si fondono in modo apparentemente impossibile, in un progetto davvero spiazzante.

Uniti dall’origine abruzzese, da una lunga sincera amicizia, oltre che nel nome, Stefania Tieri e Stefano Odoardi hanno sviluppato le proprie radici in modo autonomo e per certi versi antitetico, eppure sono riusciti a fondere sensibilità e percorsi creativi diversi. Mentre Stefania guardava il mare, raccoglieva sassi, annusava profumi, si appassionava in modo totale per un albero, di cui cercava di far propria l’essenza, Stefano viaggiava, interiorizzava sensazioni, compilava taccuini, lasciandosi prendere da vertigini.

Due strade, due vite, che si ritrovano un giorno a dover condividere un progetto come la serie Plectrum, fatta di cose concrete: Solid Surface, legno di rovere, marmo.
Se guardiamo gli acquarelli di Stefano facciamo fatica a ritrovarci superfici solide, rigidità marmoree. Se guardiamo le morbide ed evocative linee di Plectrum, ammiriamo la capacità di Stefania di aver condensato il suo amore per la natura e i silenzi, in un oggetto che fino dal nome evoca suoni delicati.

Succede, allora che la leggerezza di un acquarello dialoghi con il solid surface, che un suono di plettro con un suono suggerito da uno schizzo, che due storie e due esperienze possano essere la stessa cosa.

Non succede spesso, ma succede.

Boffetto

Share:

Discussions — No responses yet