Istruzioni per gli autori

INDICAZIONI OPERATIVE PER GLI AUTORI

La struttura di ogni articolo prevede la seguente successione di elementi:

Titolo (max 20 battute compresi gli spazi) in ITALIANO e in INGLESE
Eventuale sottotitolo (max 120 battute compresi gli spazi) in ITALIANO e in INGLESE
Autore (con indicazione dell’affiliazione istituzionale e dell’indirizzo email)
Abstract in italiano/inglese (500 battute compresi gli spazi)
Parole chiave (lista di 3-5 keyword in inglese)
Orcid (codice identificativo univoco per autori del mondo accademico)
Testo dell’articolo in italiano (max 15.000 battute compresi gli spazi)
Testo dell’articolo in inglese (max 15.000 battute compresi gli spazi)
Eventuali titoli paragrafi e sottoparagrafi (max 50 battute)
Note (comprese nella lunghezza dell’articolo) in ITALIANO e in INGLESE
References (comprese nella lunghezza dell’articolo) in ITALIANO e in INGLESE
Didascalie delle immagini (max 150 battute compresi gli spazi)
Immagine di copertina (una immagine in verticale - min. 25x35cm - CMYK - 300dpi)
Iconografia (max 10 immagini - CMYK - 300dpi)


Gli autori devono, inoltre, verificare la rispondenza del loro contributo alle condizioni di seguito precisate, pena l’esclusione delle submission:
- la submission non sia stata precedentemente pubblicata, né proposta a un’altra rivista o sito web;
- il testo dell’articolo, le note, le references siano redatte rispettando i criteri stilistici e bibliografici espressi nelle linee guida;
- i file di submission di testo e iconografia rispettino i criteri di formattazione indicati.


Per assicurare sempre una peer review cieca (blind peer review) alle proposte inviate (ovvero per mantenere anonima l’identità degli autori) è necessario che:
- gli autori riportino i loro nomi solo in avvio del file, dopo il sottotitolo (seguiti ai rispettivi codici orcid);
- la redazione del testo non contenga riferimenti che rendano esplicito la correlazione (coincidenza) tra l’autore dell’articolo e l’autore di eventuali ricerche o pubblicazioni citate.


Per quanto attiene il file contenente il testo degli articoli si precisa che deve essere trasmesso in formato .doc (o .docx), privo di tabulazioni, formattazioni, rientri di qualsiasi natura e tipo diversi da quelli indicati di seguito.

Il file sia nominato mediante Autore_Numero rivista; ad esempio: Di-Nardo_35.doc.

Il numero massimo degli elementi iconografici a corredo dei testi (ovvero l’insieme d’immagini fotografiche, disegni e tabelle) è di 10.

I file iconografici – fotografie, disegni, diagrammi grafici – vanno numerati progressivamente fra parentesi quadre [fig. 01], [fig. 02].

I file delle tabelle, invece, vanno contrassegnati progressivamente con cifre romane e racchiuse tra parentesi quadre [tab. I], [tab. II].

I testi degli articoli devono prevedere, lungo il loro sviluppo, l’indicazione numerica relativa all’iconografia di riferimento, ben in evidenza rispetto al testo stesso (uso del colore o del grassetto) avendo cura della corrispondenza rispetto alla numerazione effettuata sui file-immagine.

A fine articolo, dopo le References (rigorosamente redatte secondo la modalità A.P.A. Style e in ordine alfabetico), sarà riportata la lista delle didascalie relative alle immagini e alle tabelle, avendo cura della esatta corrispondenza rispetto alla numerazione effettuata sia lungo il testo degli articoli sia sui file-immagine.

I file dell’iconografia (immagini, disegni, tabelle) saranno inviati in una cartella zippata (unitamente o separatamente rispetto al file-testo) nominata “iconografia_cognome dell’autore” servendosi di un sistema di trasmissione di file di grandi dimensioni come wetransfer, scrivendo all’indirizzo: alessandrospennato@and-architettura.it.